HARMONICES MUNDI: IL NUOVO ALBUM DI SUONO INFINITO!

UN VIAGGIO ANDATA E RITORNO ATTRAVERSO I PIANETI DEL SISTEMA SOLARE.

ASCOLTA

ACQUISTA

Secondo album di musica per campane tibetane per Suono Infinito: HARMONICES MUNDI. Nel nuovo lavoro di Giovanni Del Casale le “Singing Bowls” evocano l’essenza inafferrabile della Musica delle Sfere; toni, intervalli e atmosfere scorrono, si uniscono e si separano, senza soluzione di continuità. Per questo motivo l’album è composto da una traccia unica della durata di circa 47’47”, all’interno della quale l’ascoltatore potrà riconoscere i diversi paesaggi che si affacceranno durante il viaggio.
A bordo di un’astronave armonica (come quella che appare, forse, nella copertina del CD) esploreremo il nostro sistema solare, le forme e le energie che lo abitano, seguiremo “traiettorie impercettibili” fino al ritorno a casa, una casa rinnovata e purificata.

“Harmonices Mundi” è un’opera che non si inserisce in nessun particolare filone musicale, nonostante abbia indubbiamente delle qualità rilassanti e meditative. L’intento che ne ha mosso la sua realizzazione è quello di evocare ambientazioni sonore in grado di toccare le corde intime del cuore, riavvicinandoci all’armonia perduta che giace nella profondità di ogni essere.

L’album è stato ideato, eseguito e prodotto da Giovanni Del Casale, con il prezioso sostegno di Daniele Sinigallia che ne ha curato con maestria gli aspetti acustico/sonori (registrazione e missaggio).

Harmonices Mundi
Traccia unica, durata 47’47”

Giovanni Del Casale: campane tibetane, campane tubolari, gong, sintetizzatori, editing digitale.

Registrato presso “Gli Artigiani Studio” Roma tra il 2022 e il 2023 da Daniele Sinigallia (Dansin Sound).
Copertina a cura di Suono Infinito e Jolanda Lally Murero (Majo Om)
Foto di Virginia Farina
Grazie di cuore a Marjorie Maitri Biondo e Daniele Sinigallia (Mantramode),
Jolanda Lally Murero (Majo Om) e Virginia Farina per il sostegno e l’amicizia.

SUONO INFINITO 2023
Tutti i diritti riservati

ASCOLTA

ACQUISTA

 

“Harmonices Mundi” (in latino Le armonie del mondo) è un viaggio sonoro andata e ritorno, attraverso i pianeti sistema solare ispirato all’omonimo trattato di Johannes Keplero edito nel 1619. Il matematico tedesco scoprì le leggi che regolano i movimenti dei pianeti mettendole in relazione con gli intervalli musicali, aggiornando così l’antica teoria della “Musica delle Sfere” formulata da Pitagora.

Secondo Keplero questo principio univa geometria sacra, cosmologia, astrologia, le armoniche e la musica in un’unica visione olistica.

Ciascun pianeta compie il proprio moto di rivoluzione attorno al Sole secondo una certa velocità, alla quale corrisponde una nota musicale; le altezze sonore dei diversi corpi celesti compongono così una “sinfonia cosmica” precisa, ordinata e legata a principi metafisici di grado superiore. Nello studio di Keplero in realtà si dimostra come la velocità angolare dei pianeti non sia costante, bensì fluttui tra un valore massimo e un valore minimo; di conseguenza anche ciascuna nota oscilla tra due altezze  Alcuni pianeti viaggiano ad una velocità più regolare come Venere, la cui nota risulta pressocchè fissa, mentre nel caso di Mercurio la nota scivola molto rapidamente quasi come un glissando. Con grande meraviglia, Keplero osservò che il rapporto tra le coppie di velocità angolari corrisponde con buona approssimazione alle proporzioni armoniche!

Nel caso della Terra, la differenza tra velocità angolare minima e massima misurate dal Sole corrisponde all’intervallo di semitono, come quello che intercorre tra il Mi e il Fa. Per Saturno questo rapporto risultava equivalente a una terza maggiore (do – mi), per Marte ad una quinta perfetta (do – sol). Keplero dedusse che, data la continua oscillazione delle intonazione dei vari pianeti, l’armonia assumeva di volta in volta aspetti sia consonanti che dissonanti; in fondo la vita degli umani non è forse una costante ricerca di equilibrio in un flusso di eventi interiori ed esteriori in continuo movimento?

ASCOLTA “HARMONICES MUNDI”

ACQUISTA “HARMONICES MUNDI”

GUARDA IL TRAILER

 

 

 

 

 

 


Categories: Campane Tibetane

Tags: